www.asdletorri.com


Vai ai contenuti

Archivio news 2012/13

News

Lotteria Memorial "Morici-Bruschi-Masè": ecco i biglietti vincenti [24/06/2013]

Qui di seguito la lista dei biglietti estratti domenica 23 giugno nella serata finale dei tornei estivi A.S.D. Le Torri Castelplanio:
1° premio n. 2599
2° premio n. 1500
3° premio n. 2892
4° premio n. 1648, 5° premio n. 156, 6° premio n. 1116, 7° premio n. 2815, 8° premio n. 1247, 9° premio n. 132, 10° premio n. 2107, 11° n. 1515, 12° n. 3014, 13° n.1719, 14° n. 1140, 15° n. 3005, 16° n. 2302, 17° n. 1328, 18° n. 567, 19° n. 969, 20° già ritirato, 21° n. 984, 22° n. 3366, 23° già ritirato, 24° n. 177, 25° n. 2465, 26° n. 1125, 27° n. 2759, 28° n. 807, 29° n. 2931, 30° n. 65, 31° n. 1430. I premi potranno essere ritirati entro 60 giorni dall'estrazione presso il campo sportivo di Castelplanio contattando preventivamente Federica (cell. 331 3720399) oppure Sauro (cell. 347 1367558).

\\Edmini\net_bk\Toshiba2\Documenti\ASD Le Torri\2012-2013\Locandina_Tornei_estivi.jpg
Error File Open Error


L'A.S.D. Le Torri Castelplanio chiude in bellezza la stagione 2012-2013
[14/06/13]

A conclusione della stagione calcistica il bilancio della società A.S.D. Le Torri Castelplanio è senz’altro positivo.
Il Presidente Collesi è fiero di aver portato in porto una barca in preda alla tempesta, infatti s’è trovato a gestire una situazione molto critica, prima le dimissioni dell’allenatore Luchetta al quale vanno comunque i ringraziamenti per la professionalità, la dedizione, la competenza ma soprattutto per averci riportato in prima categoria dopo anni di passione, poi gli infortuni di Pierleoni, Sassaroli, Corinaldesi ed Ortolani e la forma non eccelsa di alcuni giocatori importanti hanno fatto il resto. Il ritorno di Belardinelli e dei suoi collaboratori, Giovanni Gatti e il Prof. Lorenzo Morici, l’arrivo di Kaffo, Vampa e Kosic hanno ridato morale ad un gruppo ormai ridotto all’osso. Tutti si sono uniti per un unico obiettivo, quello della salvezza, e la salvezza è arrivata con un ruolino di marcia spaventoso.
La prima vittoria, la più importante arriva alla I del girone di ritorno con l’Ostra Vetere, fuori casa, poi con un 4 a 0 perentorio Le Torri Castelplanio si sbarazzano della Filottranese tra le mura amiche. Da ricordare, ma per crescere, la batosta a Fabriano dove la compagine locale tutta grinta e dinamismo rifila 5 reti agli uomini di Belerdinelli. Poi le vittorie con le grandi Osimana, Monserra e soprattutto Marina, quest’ultima con un po’ di fortuna visto che al 90° il loro bomber Rossetti scheggia la traversa su un rigore benevolmente concesso dall’arbitro. Ancora 2 sconfitte fuori casa con Cupramontana, partita da dimenticare e con il Filottrano Calcio arrivata a tempo scaduto dopo che Casturà e soci si erano divorati l’inverosimile. Due pareggi con il Barbara e con il Sassoferrato portano le Torri alla difficilissima trasferta di Arcevia dove ad entrambe servivano i punti per la salvezza, ma la nostra classifica non ci permetteva di fare sconti. Dopo la ritrovata fiducia i castelplanesi partono forte ma non trovano la via del goal. Casturà come al solito è una furia e si batte come un leone su ogni palla arrivando vicino alla marcatura personale in più di un occasione ma la partita non si sblocca. Nel secondo tempo al 79° Petraccini, uno dei migliori per costanza di rendimento, fugge sulla destra dribbla un paio di avversari e mette al centro per Kaffo che da un metro dalla porta non può sbagliare. E’ il goal della vittoria e della salvezza anche se resta ancora l’ultimo ostacolo quello del S. Biagio ma stavolta in casa, dove la squadra nel girone di ritorno era imbattuta con 5 vittorie all’attivo e 2 pareggi. La partita inizia subito in discesa per i locali, i quali con Petraccini bene imbeccato da Paolucci segnano dopo appena 5 minuti e raddoppiano con Casturà al 34°, il 3° goal è del giocatore più rappresentativo Pandolfi. Il San Biagio reagisce ed accorcia le distanze ma il veterano Paolucci spegne ogni speranza con un colpo di biliardo direttamente dal calcio d’angolo ed apre le danze per i festeggiamenti ancor più importanti visi risultati che pervenivano dagli altri campi.
La sentenza finale è tra quelle che non si scorda facilmente, salvi direttamente addirittura fuori della zona play-out.
Ora si sta partendo per la pianificazione della nuova stagione, il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore dove per mille ragioni stramerita la conferma, d’altra parte occorre un programma concreto il più realista possibile all’insegna dell’austerity e che valorizzi ancora di più i giovani talenti locali. La società ha già un buon gruppo di giocatori radicati nella zona provenienti dal suo settore giovanile, settore giovanile che ben curato dal Responsabile Davide Regnicoli cerca di regalare ogni anno qualche ragazzo alla prima squadra. Un passaggio critico questo ma obbligatorio per essere sempre competitivi e sostenibili.
Per quanto riguarda il mister Belardinelli probabilmente le strade si divideranno, restano la serietà, la professionalità, la competenza con cui ha affrontato questi ultimi 5 mesi di campionato, lavorando sia sul campo proponendo sempre cose nuove, che sulla testa, per ridare fiducia ed autostima ad un gruppo che si era smarrito e resta il grande merito di averci creduto, di aver realizzato quel sogno che ai più era sembrato impossibile, rimanere in I categoria e per questo gliene saremo sempre grati.
La Società ringrazia tutti quelli che hanno collaborato al raggiungimento di questo importante obiettivo ed il caloroso pubblico che ci ha sempre sostenuto, arrivederci al prossimo campionato!!!

Di seguito l’elenco degli atleti :
BARDI Manuel, BEVILACQUA Sandro, BRAMATI Alessandro, BRUGIAFERRI Luca, CAPITANI Giuanluca, CASTURA' Giacomo, CHIODI Gianluca, COLLESI Danny, CORINALDESI Francesco, COSTANTINI Luca, FENUCCI Federico, GALUPPA Stefano, GENNARETTI Giacomo, KAFFO Saheed Oladosu, KOSICH Juan Edgardo, MANCI Mattia, MANGIONE Angelo, MANNELLI Jacopo, ORTOLANI Alex, PANDOLFI Andrea, PAOLUCCI Diego, PETRACCINI Nicholas, PIERLEONI Nicola, SASSAROLI Alessio, SASSI Luca, VAMPA Luca, VERDENELLI Daniele.

M.C.


Le Torri - San Biagio 4-2: obiettivo salvezza raggiunto
[27/04/13]

Il campionato di Prima Categoria girone B si chiude nel migliore dei modi per Le Torri Castelplanio che festeggiano il raggiungimento della salvezza senza passare per lo spareggio playout. Al "Simone Bruschi" di Castelplanio i bianco-rosso-blù ospitano un San Biagio con la salvezza già in tasca con un turno di anticipo: Le Torri passano subito in vantaggio con Petraccini che dopo un minuto realizza di testa l'1 a 0 su cross di Paolucci. Nel corso del primo tempo i ragazzi di mister Belardinelli dilagano con le reti di Casturà e Pandolfi. Nella ripresa il San Biagio si porta sul 3-1 con Mandolini, ma è Diego Paolucci a ristabilire le distanze infilando la rete del 4-1 direttamente da calcio d'angolo. A chiudere la girandola delle reti è Pesaresi che nel finale fissa il risultato sul 4-2. Con la vittoria acquisita restava ora da sperare nel pareggio o nella sconfitta di Sassoferrato o Arcevia, dirette concorrenti per la salvezza diretta. L'1-1 di Fabriano-Sassoferrato e il 2-2 di Filottranese-Arcevia sanciscono il sorpasso de Le Torri sul Sassoferrato e la salvezza diretta per i bianco-rosso-blù e l'Arcevia. Si chiude così un annata dai due volti per Le Torri Castelplanio: da un girone d'andata chiuso con 8 punti si è poi passati alla rimonta del girone di ritorno in cui i ragazzi di mister Belardinelli conquistano 27 punti necessari per raggiungere l'obiettivo prefissato a inizio stagione. Arrivederci al campionato 2013-2014.



Le Torri Castelplanio - Camerano Calcio 0-0
[19/01/13]

LE TORRI CASTELPLANIO: Fenucci, Vampa, Verdenelli, Kosic, Galuppa, Mannelli, Costantini ( Paolucci 75°), Gennaretti, Pandolfi (Kaffo 75°), Casturà, Petraccini. ( All. Belardinelli)
CAMERANO CALCIO: Di Salvo, Panocchi, Gelegni, Boncompagni, Ortolani, Gasparetti, Principi, Malavenda, Mobili, Tarenzi, Rossetti. (all. Brinoni)
Arbitro: Brugni di Pesaro

La gara tra le Torri Castelplanio e il Camerano Calcio è stata condizionata dal terreno di gioco che al limite della praticabilità ha reso impossibile il bel gioco facendo privilegiare le palle lunghe al fraseggio e la fase difensiva a quella offensiva.
La cronaca ne risulta abbastanza scarna con poche azioni degne di nota e pochissimi tiri in porta. La prima è comunque dei padroni di casa con Casturà che ben servito da Kosic da posizione un po’ defilata cerca di sorprendere Di Salvo sul proprio palo ma l’estremo difensore è attento. Al 20° Costantini scende sulla sinistra e mette al centro un invitante pallone ma gli attaccanti sono in ritardo. Al 30° Boncompagni su punizione dai 25 metri impegna Fenucci che para in 2 tempi. Al 35° su punizione laterale, Verdenelli pennella un bel traversone dove Petraccini manca il tapin per un soffio. Al 36° prima vera palla goal su un traversone dalla sinistra Gennaretti sul dischetto del rigore anticipa l’avversario ma troppo sicuro di se stoppa una palla che diventa subito infuocata, s’avventa su di essa Tarenzi che di piattone mira l’angolino, per fortuna è appena fuori. Al 43° occasione per Le Torri con Casturà che servito in profondità stoppa la palla al limite dell’area e tira di sinistro ma un difensore gli devia la palla in corner con una miracolosa scivolata, per l’arbitro si tratta di rimessa dal fondo. Arbitro che pur non avendo influito direttamente sul risultato della gara in diverse occasioni è sembrato molto in difficoltà. Si va negli spogliatoi per riordinare le idee e recuperare un po’ delle energie spese a causa del campo pesantissimo.
La ripresa comincia con un’altra azione degli ospiti che con Mobili abile a defilarsi sulla destra si presenta solo davanti a Fenucci, prova con una finta ma Federico non abbocca, poi mira l’angolo più lontano ma di piede il portierone locale neutralizza la minaccia. Al 55° risponde Pandolfi che sulla sinistra in piena area non trova lo spazio per il tiro poi decide per il cross ma è facile preda del portiere. Al 60° su una punizione sulla tre quarti battuta astutamente da Pandolfi viene servito Costantini che serve Petraccini che gira prontamente in porta ma la palla va fuori. Al 80° è Mobili che prende palla spalle alla porta, si gira fa qualche passo e spara indirizzando sul secondo palo, Fenucci vola alla sua destra e devia il bolide in corner. Al 85° Kaffo prova una giocata delle sue, riceve palla in mezzo ad un nugolo di avversari, si libera e tira ma il suo destro non riesce ad imprimere l’effetto voluto e la palla sfila sul fondo.
Un pareggio che rispecchia quanto espresso in campo ma il punto racimolato non cambia la situazione di classifica.

M.C.


Le Torri Castelplanio - Filottranese 4-0
[12/01/13]

LE TORRI CASTELPLANIO: Fenucci, Costantini, Bevilacqua (Verdenelli 46°), Kosic, Galuppa, Vampa, Pierleoni (Paolucci 32°), Gennaretti, Pandolfi, Casturà (Kaffo 70°), Petraccini. (all. Beladinelli)
FILOTTRANESE: Pozzi, Pancaldi, Dignani, Lelli, Meschini, Cacciamani, Belloni (Carancini 78°), Giuliodori, Sesterzi, Pizzichini (Garbuglia 63°), Scolpati. (all. Marincioni)
Arbitro: Carriera di Pesaro
Reti: 12' e 54' Casturà, 57' Petraccini, 75' Pandolfi.

Finalmente è arrivata… ricercata dalla prima partita di campionato ma mai arrivata, quando per sfortuna quando per demerito finalmente possiamo gioire per la prima vittoria tra le mura amiche, e che vittoria…
Un 4 a 0 che la dice lunga sulla volontà dei ragazzi che rincorrevano questo risultato da fin troppo tempo.
La cronaca: al 5° prima palla goal per la Filottranese che da corner da destra mette una palla rasente il suolo appena fuori area, l’uomo che va in contro finta il tiro e libera Sesterzi che di destro tira una rasoiata che passa tra mille gambe e colpisce l’esterno della rete. Al brivido iniziale risponde le Torri Castelplanio con Pandolfi che suggerisce per l’accorrente Petraccini che dentro l’area tenta un improbabile pallonetto la palla passa altissima sopra la traversa.
Al 12° il goal, Pandolfi difende bene una palla sulla tre quarti, palla dietro a Bevilacqua che serve Casturà nel corridoio. Difensore e portiere sembrano in vantaggio ma c’è incomprensione e Giacomo ne approfitta inserendosi a velocità supersonica tra i due soffiando loro la palla. Il tocco sembra lungo e lo specchio della porta è sempre più piccolo ma con chirurgica precisione riesce a mettere la palla tra i due pali facendo esplodere l’infreddolito pubblico locale.
La Filottranese prova a riordinare le idee a tratti gioca anche un buon calcio ma è sterile in zona goal, anzi sono ancora i locali ad andare vicini al goal, Gennaretti ruba palla a metà campo serve Petraccini che sua volta allunga per Casturà, stavolta è bravo Pozzi ad anticiparlo con una coraggiosa uscita. Al 40° azione sulla destra palla in profondità per Paolucci appena subentrato allo sfortunato Pierleoni che per un colpo subito ha dovuto abbandonare la gara, che sbaglia in cross per l’accorrente Petraccini che si trovava in perfetta posizione sul secondo palo per concludere a rete. Problemi anche per Bevilacqua che deve abbandonare, al suo posto all’inizio del secondo tempo subentra Verdenelli. All’inizio del secondo tempo la Filottranese sembra aver ritrovato il piglio giusto, chiude i locali nella loro metà campo ed è Pizzichini a suonare la carica con un gran tiro dal limite che Fenucci non trattiene e Sesterzi appoggia in rete ma tutto vano perché l’attaccante filottranese era in posizione di fuorigioco. Nell’azione susseguente guadagnano un corner che magistralmente Sesterzi indirizza sul secondo palo, Fenucci smanaccia sulla traversa, la palla resta in gioco ma subito allontanata dai difensori locali. Si rivede il Castelplanio con Paolucci che suggerisce in profondità per Casturà che viene anticipato dal portiere. Al 52° Casturà riceve palla sulla destra e semina il suo diretto avversario ma sul più bello quando prende la mira, Cacciamani con una provvidenziale scivolata gli allunga la palla in corner travolgendolo. Qualcuno ha pensato anche al possibile rigore ma il buon Carriera di Pesaro concede soltanto il corner. Il goal è rimandato solo di qualche minuto. Casturà crede in una palla ormai persa preda di Meschini che si attarda però nel rinvio e quando si decide è troppo tardi, Giacomo gli è ad un passo, gli rimpalla la palla che si alza. L’attaccante la difende la sposta a destra, ancora a destra poi fa secco l’incolpevole Pozzi. Un goal che da fiducia alla squadra locale e mette nei guai la Filottranese che al 57° subisce il 3° goal con una pregevole azione dove Pandolfi, oggi lucidissimo in ogni situazione, protegge palla al centro e mette sul corridoio per l’accorrente Paolucci che di prima mette al centro dove Petraccini tagliando sul secondo palo anticipa tutti chiudendo di fatto la partita. Al 65° Scolpati prova il colpo da biliardo, fugge sulla sinistra ed appena dentro l’area mira sul secondo palo con un fendente dove Fenucci è costretto agli straordinari per deviarlo in corner, punta che segna portiere che para siamo un bel pezzo avanti… Al 70° subentra Kaffo ad un tartassato Casturà e subito un minuto dopo riceve palla da Pandolfi in area, finta da una parte poi va dall’altra si libera per il tiro ma il suo sinistro è da registrare…Tempo 4 minuti e l’aveva già fatto, è sempre Pandolfi che riceve sulla tre quarti ed appoggia a Kaffo che con il caratteristico passo felpato si libera sulla sinistra ed appunto di sinistro serve una palla a Pandofi dove c’era scritto “basta spingere”. Andrea cala il poker a coronamento di una ottima prestazione. Al 85° Scolpati indomito, si crea ancora un’occasione, scarta sulla destra di destro mira al secondo palo ma la palla termina fuori di poco. Allo scadere Le Torri hanno ancora una grande occasione con Paolucci che riceve palla dalla destra la porta sul sinistro e prova il pallonetto ma la palla è in bocca al portiere, sarebbe stato troppo in una sola partita visti i goal fatti in mezzo campionato.
Finalmente dopo il gran lavoro svolto dai ragazzi, allenatore e società si vedono i primi frutti, la strada intrapresa sembra quella giusta ma vietato abbassare la guardia…

M.C.


Comunicato ufficiale A.S.D. Le Torri Castelplanio
[01/12/12]

La società in settimana, di comune accordo con l’allenatore Mister Luchetta, ha deciso di mettere un volto nuovo alla guida tecnica della prima squadra, una vecchia conoscenza degli sportivi Castelplanesi, colui che nel 2005/06 con una squadra fantastica, di cui ancora oggi ritrova qualche giocatore, vinse il campionato di Prima Categoria approdando a quello più blasonato di PROMOZIONE.per Rudy, come spesso accade in queste situazioni, sono stati gli ultimi risultati della squadra con 3 sconfitte, un paio di pareggi e per ultimo ancora una sconfitta in casa con il Barbara, anche se anche questa maturata negli ultimi minuti di recupero, con la squadra che aveva lottato e che per ben 2 volte sotto era riuscita a riequilibrare le sorti della partita.è prima di tutto un uomo intelligente, leale e trasparente, ma anche un bravissimo allenatore, con lui lo scorso anno abbiamo coronato un sogno, quello della vittoria del campionato di Seconda Categoria, entrando di diritto già nella breve storia di questa Società.
Oggi in una situazione a dir poco difficile ne fa le spese il più vulnerabile, ma l’augurio è che possa ancora togliersi tutte quelle soddisfazioni che merita, possibilmente collaborando ancora con la nostra Società. Grazie Rudy.



Le Torri Castelplanio - Filottrano Calcio 0-0
[10/11/12]

LE TORRI CASTELPLANIO: Fenucci, Collesi (77' Paolucci), Gennaretti, Bardi, Galuppa, Costantini (82' Sassaroli), Corinaldesi (65' Ortolani), Bevilacqua, Casturà, Pierleoni, Verdenelli All. Luchetta
FILOTTRANO
CALCIO: Moreschi, Belfiore, Santoni, Schiavoni (58' Toso), Ciccarelli, Guazzaroni,.Bracciatelli (77' Baldezzi), Carini, Biboski (69' Moretti), Rossini, Costarelli. All. Rossini
Arbitro: Procentese di Pesaro

CASTELPLANIO - Dopo la buona prova con il Marina nei primi 70 minuti ma beffati nel finale da 3 goal che rendono il risultato pesantissimo lasciando segni indelebili nel morale dei ragazzi di Luchetta, si affrontava oggi al comunale di Castelplanio il Filottrano Calcio una squadra sicuramente più abbordabile con l'imperativo di vincere per terminare quel trend negativo che è ormai in piedi da diverse giornate.
I ragazzi ce l'hanno messa tutta ma ancora una volta si è fatta sentire la poca precisione sotto porta e quel pizzico di fortuna che in questi momenti non guasterebbe.
La cronaca: già al 1° minuto palla goal per Corinaldesi che ben servito da Casturà dribbla un primo uomo si accentra ma non trova il tempo per il tiro, chiuso dalla difesa ospite. Al 5° Genneratti in profondità per Casturà che si beve il suo avversario e si presenta solo davanti a Moreschi che gli chiude lo spazio e lo anticipa nel tiro. Al 6° risponde il buon Rossini che prende palla a sinistra si accentra e penetra in area, Gennaretti con un disperato intervento gli chiude la strada. Al 15° occasione d?oro per i locali, palla lunga che sembra una facile preda di Ciccarelli il quale cicca clamorosamente la palla lasciando spazio e corsa a Verdenelli che rincorre la palla e sull?uscita del portiere cerca di trafiggerlo con la punta, la palla passa ma va appena fuori. Al 22° punizione laterale battuta magistralmente da Gennaretti, la palla a mezza altezza attraversa pericolosamente tutto lo specchio della porta senza essere intercettata a scema sul fondo. Al 30° palla sul petto di Verdenelli che di sponda suggerisce per Castur?che supera il primo avversario ma il secondo gli butta la palla in corner. Al 43° Carini prende palla sulla sinistra si accentra e di destro a giro sferra il tiro della domenica che per?si stampa sulla traversa, facendo tirare un sospiro di sollievo al caloroso pubblico oggi presente al comunale. Prima dello scadere del primo tempo ?ancora il Filottrano che si fa pericoloso con un colpo di testa di Costarelli che in torsione mette la palla fuori di poco. Il secondo tempo ?un assalto dei locali alla porta avversaria ma bisogna fare i conti con Moreschi che in alcuni episodi ?stato strepitoso.
Comincia le danze Castur?che con una splendida rovesciata dai 16 metri centra l?angolo, il portiere proteso in tuffo gli nega il goal. Il Filottrano replica con Costarelli dai 20 metri il suo tiro di contro balzo, bello, teso, indirizzato all?incrocio va fuori di poco.
Al 12° Castur?al limite dell?area in slalom salta come birilli tre uomini ma sul pi?bello si allunga la palla e il portiere in uscita disperata gliela soffia da sotto i piedi. Passano appena 2 minuti ci prova Bevilacqua, il suo tiro viene smorsato da un difensore.
Al 15° azione travolgente del Castelplanio, Collesi da sinistra mette al centro per Pierleoni che prolunga per l?accorrente Verdenelli che di prima intenzione lascia partire un bolide dove Moreschi si supera ma non trattiene ma nessuno ?pronto per il tapin.
Nell?azione successiva Verdenelli suggerisce per Collesi in area, l?invitante cross non ?raccolto dai suoi compagni. Al 22 corner da destra svetta su tutti Costantini che di testa mette sulla traversa. susseguente corner Collesi ad un metro dalla porta colpisce la palla che si stampa sulla traversa, ne esce una mischia furibonda che per?non porta frutti. Al 27° Castur?oggi incontenibile scappa sulla destra si accentra e tira forte in diagonale, Moreschi si distende e para ma non trattiene, ne Verdelli ne Ortolani che erano nei pressi riescono ad intercettare la corta respinta ed il Filottrano si salva ancora. 31° Collesi da sinistra crossa per Pierleoni che stacca altissimo ma il suo colpo di testa viene rimpallato da un avversario. Al 32° ancora sulla sinistra palla dentro per Ortolani che difende palla spalle alla porta un avversario entra e lo atterra, la palla va sui piedi di Collesi che tira ma prende il piede proteso in avanti di un difensore. L?arbitro fischia un improbabile simulazione del giovane attaccante locale. Al 40° azione dubbia in area, Rossini si defila sulla sinistra e prende d?infilata Bardi che correndo ed allungando il tekel in area butta la palla in corner ma travolge anche l?attaccante Filottranese, l?arbitro che era a due passi concede il calcio d?angolo con qualche tiepida protesta ospite. 42° ancora Castur?trova lo spiraglio giusto il portiere si salva come pu?la palla corre lungo la linea a va sul secondo palo dove sono appostati Ortolani e Verdenelli che non riescono a triangolare per appoggiare la palla in rete. Al 45° discesa sulla destra di Castur?semina un paio di avversari e mette dentro sul secondo palo dove ?ben appostato Paolucci che non si fida del tiro al volo e stoppa di sinistro, si accentra e tira di destro, sembra fatta ma un difensore di testa fa il miracolo e la palla va in corner. Al 46° Carini su una palla che esce dall?area locale prova il tiro dalla distanza, il pallone attraversa una selva di gambe ed arriva nei pressi di Fenucci che ?reattivo nel bloccarla a terra. L?ultimo sussulto allo scadere del terzo minuto di recupero concesso dall?arbitro, Castur?crede in una palla vagante sulla destra la conquista ma nel cross la palla s?impenna giacomo ci crede ancora la rincorre e sul filo del fallo di fondo la rimette in mezzo per l?accorrente Ortolani che anticipa troppo il movimento e si chiude l?angolo di porta non riuscendo nel facile tapin.
I tre fischi finali sanciscono la fine delle ostilit? di una gara bella, vivace, ricca di emozioni ma ancora una volta che lascia l?amaro in bocca ai ragazzi di mister Luchetta che avrebbero meritato ai punti tutta la posta in palio, purtroppo il calcio non ?la boxe occorre sempre assestare il colpo da knockout.

M.C.


Le Torri Castelplanio - Dorica Torrette 0-1 [27/10/12]

LE TORRI CASTELPLANIO: Fenucci, Collesi, Gennaretti, Bardi, Galuppa (Petraccini 76'), Costantini, Verdenelli, Bevilacqua, Casturà Pierleoni (Corinaldesi 64'), Pandolfi (Ortolani 80'). All. Luchetta
DORICA
TORRETTE: Angiolani, Marini ( Vignoni 87'), Cesaroni A, Cesaroni F., Rossi, Gherghi, Piccini, Rinaldi, Agosto, Orciani, Mastri. All. Lombardi
Arbitro: Sig. Bracaccini di Macerata
Reti: Rossi al 30'

CASTELPLANIO - La corazzata Dorica Torrette dopo il 5 a 1 inflitto al Fabriano nella scorsa gara casalinga sfrutta il buon momento a viene a vincere anche a Castelplanio portandosi in vetta alla classifica, creando non pochi problemi alla compagine locale.
La cronaca: già al 5° minuto possibile svolta alla partita, con la difesa del Dorica che doveva prendere le misure viene lanciato in profondità Casturà che semina il suo avversario e si presenta solo davanti al portiere, sposta la palla, Angiolani in uscita disperata lo tocca ma Giacomo non cade, perde la coordinazione e la palla si allontana, riesce comunque a raggiungerla ma ormai la porta ?chiusa. Il Dorica risponde per le rime ?Mastri a sfruttare un fuorigioco non riuscito e presentarsi solo davanti a Fenucci che nell?uscita provvidenziale non va a terra e l?attaccante non trova la soluzione per imbucarlo. Al 13° Castur?prende palla sulla sinistra e mette la palla dietro per l?accorrente Bevilacqua che tira forte ma la palla rimpallata va in corner. Al 16° altra palla goal per il Dorica con Mastri che da sinistra si accentra e lascia partire un bolide che Fenucci non trattiene s?avventa sul pallone Agosto ma il suo tiro ?magistralmente murato da Bardi che ?stato chiamato da mister Luchetta a sostituire l?infortunato Mannelli al centro della difesa. Al 18° si vede anche Piccini il terzo dei tre attaccanti messi in campo da mister Lombardi, scende a destra si accentra e tira in porta, Fenucci gli chiude l?angolo. Al 27° Pandolfi riceve palla al limite si gira e tira in un battibaleno ma la palla ?debole ed Angiolani non ha difficolt?a parare.
Al 30° il goal degli ospiti Cesaroni dalla destra batte una punizione, palla indietro per l?accorrente Mastri, Fenucci ci mette i guantoni ma non trattiene, l?arcigno difensore Rossi si catapulta sulla palla e di sinistro non lascia scampo al portiere locale. Al 35° Castur?dal limite si libera ma il portiere para. Al 40° Pierleoni riceve palla da sinistra e dal limite, prova a piazzare la palla all?incrocio ma non fa altro che esaltare la bravura di Angiolani che con un volo plastico la spinge in corner. Ultimo sussulto allo scadere, quando Costantini scende a sinistra e mette un invitante pallone al centro, Pandolfi viene affossato dal suo marcatore, Gennaretti in seconda battuta non incoccia la palla per un niente a 2 metri dal portiere.
Nel secondo tempo i locali partono forte al 46° punizione laterale per Pandolfi che fa da sponda per Castur?che prova a divincolarsi da Rossi, ci riesce ma il suo tiro trova la schiena di un avversario che gli nega il goal. Al 53° corner dalla destra, Pandolfi di testa da buona posizione mette fuori. Al 58° cross lungo dalla destra di Gennaretti per Pandolfi che nascosto sul secondo palo appoggia a Verdenelli che non riesce a girarsi per il tiro allora appoggia a sua volta a Bevilacqua ma anche questo tiro viene rimpallato, fa spicco come i difensori avversari riescono sempre a chiudere il varco al giocatore che va in possesso della palla non facendolo respirare. Al 69° si rivede il Dorica Torrette che sposta velocemente la palla da sinistra a destra dove Piccini stoppa converge e tira, Fenucci si distende in tuffo e mette la palla in corner. Al 41° ci prova Agosto ma il suo tiro ?debole. Al 43° Castur?riceve palla sulla tre quarti avanza di qualche metro e con il portiere fuori dai pali prova a trafiggerlo con un pallonetto destinato all?incrocio.
Angiolani recupera in fretta la posizione e smanaccia la palla in corner, sarebbe stato un bel goal che avrebbe sancito un risultato finale pi?equo, purtroppo cos?non ?stato. Ora bisogna ricaricare le pile, sabato ci aspetta il Marina l?altra capolista del girone che viene da 2 mezzi passi falsi e che avr?il dente avvelenato ma noi non saremo da meno.

M.C.


Le Torri Castelplanio - Cupramontana 0-0
[13/10/12]

LE TORRI CASTELPLANIO: Fenucci, Gennaretti, Collesi, Mannelli, Galuppa, Costantini, Petraccini (75' Pierleoni), Bevilacqua (80' Manci), Casturà, Ortolani (58' Pandolfi), Verdenelli. All. Luchetta.
CUPRAMONTANA: Cecchini (79' Galeazzi), Rocchetti M., Guazzarotti, Costantini, Giansanti, Zenobi, Rocchetti D. (57' Mazzarini), Giampaoletti, Congiu (75' Togni), Cimarelli, Salvoni. All. Togni.
ARBITRO: Picchio di Macerata.

CASTELPLANIO - Il sentitissimo derby della Vallesina finisce a reti inviolate, un risultato che senz'altro soddisfa gli ospiti che gli permette di restare nei piani alti della classifica mentre lascia l'amaro in bocca ai locali che seppur vincendo la partita ai punti non sono mai riusciti a trovare lo spiraglio giusto per lo strameritato goal del vantaggio. Il Mister Luchetta dopo la buona prova della scorsa settimana in quel di Osimo insiste sugli stessi 11 giocatori mentre Togni sceglie Salvoni e Rocchetti Mattia al posto di Bini ed Altini.
Partono bene i locali con Costantini sulla fascia che supera Giansanti sullo slancio e mette un invitante pallone per l
'accorrente Ortolani, l'ex di turno, che cicca clamorosamente la palla, sugli sviluppi prende palla capitan Bevilacqua ma il suo tiro è troppo debole per impensierire l'esperto Cecchini.
Al 9' Ortolani serve Casturà che dal limite dell'area fa il cappello al suo avversario di destro e tira di sinistro ma la palla sorvola la traversa. Poi è il Cupramontana a farsi sotto, al 17' Salvoni sfrutta la sua stazza fisica, vince un contrasto a centrocampo e dal limite impegna Fenucci che non si lascia sorprendere. 5 minuti più tardi è Guazzarotti che sfrutta una sponda di testa di Salvoni e penetra in area ma al momento del tiro Gennaretti in un prodigioso recupero mette il piede a protezione della palla e l'esterno sinistro lo scalcia sul polpaccio, per fortuna l'arbitro è a due passi e vede perfettamente la dinamica dell'azione, ai più era sembrato rigore. Al 26' Verdenelli serve in profondità Costantini che prolunga per Casturà che s'involava a rete ma il suo stop a seguire è troppo lungo ed il portiere in uscita gli soffia il pallone. Al 30' Casturà fugge sulla destra e mette un bel pallone al centro dove però Ortolani era in ritardo per il facile tap-in. Al 31' occasionissima per i padroni di casa Casturà lanciato da Bevilacqua semina Zenobi e si presenta solo davanti a Cecchini che gli para il tiro ma nel rimpallo la palla va nei pressi di Ortolani che da due metri incredibilmente spara alto. Il "Cupra" non sta a guardare, Congiu si defila sulla sinistra e crea le basi per un bel contropiede ma Mannelli e soci non si lasciano sorprendere.
Al 36' Casturà è ancora in gara di velocità con Zenobi, lo batte e mette al centro per l'accorrente Ortolani un pallone che è solo da spingere in porta ma l'attaccante seppur proteso in scivolata non riesce a deviare con sufficiente forza la palla e Cecchini ringrazia. Risponde il Cupramontana con il solito Guazzarotti oggi in forma smagliante che arriva a fari spenti dalle retrovie e ben servito sul filo del fuorigioco appena dentro l'area lascia partire un missile mirando al palo lontano, la palla gli passa a 5 cm con un gran sospiro di sollievo del portiere Fenucci e tutti i tifosi locali. Prima degli spogliatoi ancora un sussulto: Salvoni scende a sinistra e mette al centro per Cimarelli che si allunga più che può ed in spaccata gira in porta con destrezza, tutto molto bello ma il gioco era fermo per un precedente fuorigioco.
Nella ripresa i locali premono con più determinazione ma il Cupramontana difficilmente perde le staffe. Al 50' corner di Petraccini stacca solissimo Verdenelli a centro area ed indirizza la palla sul palo corto ma non gira abbastanza. Al 50' Petraccini svaria sulla sinistra e crossa al centro Verdenelli in bella torsione di testa gira in porta la palla ma va ancora fuori. Al 65' ghiotta occasione: Casturà ben servito in profondità anticipa l'uscita di Cecchini ma si defila troppo sulla sinistra, pressato dal portiere e da un difensore si sposta la palla sul destro e lascia partire una parabola che gira molto alta e s'infrange sull'incrocio dei pali a porta sguarnita con il disappunto dell'attaccante locale che avrebbe meritato il goal se non altro per la caparbietà di come si è conquistato quell'occasione. Nell'azione susseguente Gennaretti riceve palla sulla destra e mette in profondità per Casturà che scatta a tempo ma la palla è leggermente lunga e l'attento Cecchini lo anticipa.
Al 78' Casturà si fa largo sulla sinistra, si accentra e serve Pandolfi che appena dentro l'area spara la bomba. Cecchini fa il miracolo, proteso in tuffo tocca la palla di quel tanto che basta per mandarla a lato ma lo sforzo è stato tale che deve lasciare il campo per infortunio.
Mano a mano che la partita volge al termine si spegne un pò, la fatica prende il sopravvento ma la pressione è pressochè costante, la lucidità un pò meno. Ci sono diverse mischie in area che con un pizzico di fortuna potevano essere risolte a nostro favore ma la difesa alla fine ha avuto sempre il sopravvento. Ultima occasione alla fine dei 5 minuti di recupero che aveva assegnato il sig. Picchio da Macerata per i due infortuni occorsi. Casturà parte da sinistra salta il primo uomo ma non il secondo che lo stende proprio appena prima della riga dell'area di rigore. Si perde ancora un minuto per la battuta per sistemare a distanza dovuta la barriera e far rispettare le posizioni. S'incarica del tiro Pierleoni che si trova di fronte una barriera di 10 giocatori tutti schierati a difesa della propria porta, Parte il tiro, la palla passa tra una gamba e l'altra, sembra entrare in rete ma il portiere che neanche vedeva la palla ci mette il corpo ma non trattiene, s'avventa sulla palla Costantini e l'arbitro fischia la fine dell'incontro. Diciamo per fortuna che il suo tiro è stato rimpallato da un giocatore sulla linea e non è entrato in porta altrimenti sarebbe venuto giù lo stadio...
Si esce ancora a testa alta da una partita che ci ha visto protagonisti dall'inizio alla fine ma la classifica soffre e le prossime gare non saranno delle più semplici, la prima con il Monserra seconda forza del campionato che ci ha rifilato 4 goal in coppa, sarà bello confrontarsi ora... poi con la capolista Marina a punteggio pieno con 12 gol fatti e zero subiti.

M.C.


Le Torri Castelplanio - Fabriano 0-1
[29/09/12]

LE TORRI CASTELPLANIO: Fenucci, Collesi, Gennaretti, Verdenelli, Galuppa, Mannelli (69' Bardi), Petraccini, Bevilacqua, Casturà, Costantini (75' Paolucci), Brugiaferri (73' Ortolani). All. Luchetta.
FABRIANO: Frasconi, Burzichelli, Mancini L., Orlando, Agostinelli (44' Ortolani), Lorenzetti (37' Balducci), Di Luca, Mancini D., Arcangeli, Quattrini, Ajdari. All. Azzeri.

ARBITRO: Peruzzi di Ancona.
RETE: 9' rig. Quattrini.

CASTELPLANIO - Il Fabriano con un solo tiro in porta e per di più su rigore riesce ad incamerare l’intera posta in palio lasciando ai locali solo recriminazioni.
Partenza sprint del Fabriano che al 9' con Arcangeli fugge sulla destra, crossa al centro dove l’accorrente Quattrini al volo prontamente gira verso la porta, la palla colpisce l’avambraccio di Mannelli che cercava di far scudo con il corpo, per il Sig. Peruzzi era rigore che lo stesso attaccante trasforma alla sinistra del portiere. Il locali accusano il colpo e ci vuole tempo per riordinare le idee. Si arriva ripetutamente alla conclusione ma la mira spesso è sbagliata e quando si centra la porta l’esperto Frasconi è sempre nella posizione corretta per neutralizzare il tiro. Al 10' il tiro di Verdenelli sfiora la traversa. Al 13' corner dalla sinistra batte Petraccini parabola arcuata che arriva a Mannelli appostato sul secondo palo che di testa gira debolmente in porta, il portiere ringrazia. Al 15' Brugiaferri parte da destra si accentra e tira di sinistro il portiere non ha difficoltà. Al 25' è Petraccini che ci prova dalla distanza anche il suo tiro è troppo debole. Allo scadere del primo tempo le azioni più pericolose. Costantini scende sulla sinistra e pennella un cross per Petraccini che si coordina ed in mezza rovesciata centra il portiere ma non lo affonda e fortunosamente respinge la palla. Sarebbe stato un goal fantastico. L’azione seguente vede protagonisti gli stessi atleti, Costantini anticipa un avversario e defilato sulla sinistra taglia l’area con un invitante rasoterra, dalla parte opposta arriva come un treno Petraccini che di destro chiude troppo il tiro e la palla va fuori. La partita si protrae altre il 45' causa l’infortunio occorso al bravo centrocampista fabrianese Lorenzetti al quale vanno i migliori auguri di una pronta guarigione che dopo uno scontro fortuito di gioco ha dovuto abbandonare il campo. Al 46' Verdenelli ruba palla a centrocampo e serve in profondità Costantini che in area vince il contrasto con il suo diretto avversario arriva al fondo e mette dietro, Brugiaferri sul più bello si lascia anticipare. Al 47' Collesi sulla destra allunga per Casturà che mette in diagonale per Brugiaferri il quale si aggiusta la palla e tira di sinistro a tutta forza ma la sfera lambisce la traversa alla sinistra del portiere. Allo scadere ancora un’opportunità punizione centrale di Casturà la palla va fuori.
La ripresa delle ostilità inizia sulla falsa riga di come è finita i locali protesi in avanti alla ricerca del meritato pareggio ed il Fabriano arroccato sui 40 metri in attesa del colpo del ko. Al 1' del secondo tempo mischia in area ospite, a due passi dalla porta si ostacolano Verdenelli e Casturà, è Giacomo il più lesto ma il suo sinistro non è un tiro e la difesa può liberare. Le Torri Castelplanio spingono sull’acceleratore ma prima Verdenelli poi Costantini su punizione non hanno i piedi caldi. Al 49' ghiotta occasione, Verdenelli prende palla al limite dell’area ospite ma perde il passo per il tiro, si sposta sulla destra e mette un traversone sul secondo palo dove è ben appostato Brugiaferri che impatta la palla con poca forza ed il portiere che era sul primo palo fa in tempo a distendersi in tuffo e deviargli la palla in corner. Sulla parabola del susseguente corner svetta Mannelli che di testa serve in un piatto d’argento la palla a Petraccini che di destro dal limite dell’area piccola spara alto sopra la traversa. Il Fabriano approfittando in una pausa dei locali si affaccia minaccioso nella tre quarti castelplanese. E’ il solito Quattrini che riceve palla sulla sinistra si accentra e lascia partire un tiro a giro, ma di Del Piero ce n’è uno solo. All’80' la possibile svolta, dalla sinistra arriva un traversone in area dove Ortolani il più lesto anticipa un difensore che in netto ritardo lo colpisce alle caviglie, è rigore. S’incarica del tiro Casturà che spiazza il portiere ma il palo gli respinge il tiro e Petraccini non riesce nel tap-in vincente. Nel finale è ancora Giacomo a rendersi pericoloso, gli arriva una palla da destra, la lascia sfilare e all’altezza del secondo palo la colpisce con forza ma nella frenesia non la fa scendere abbastanza ed il tiro che ne viene fuori è alto. Ancora un sussulto allo scadere, in mischia da sinistra in area arriva una palla invitante per Petraccini che chiude gli occhi e tira più forte che può, ma la palla con tutta la sua rabbia s’infrange sulla schiena di un difensore che era piazzato nei pressi della riga di porta e sfuma così l’ultima speranza per rimettere almeno in parità un risultato ingiusto.
Il Fabriano esce dal comunale di Castelplanio con 3 punti che valgono oro, ai locali non resta che meditare su alcuni episodi ma nulla si può imputare sul piano dell’impegno e della volontà. E’ una sconfitta che pesa come un macigno e soprattutto lascia il morale a pezzi ma dobbiamo reagire se continuiamo con questa determinazione i risultati non tarderanno a venire. Sabato si va al Diana di Osimo, sarà bello confrontarsi con la prima della classe.

M.C.


Le Torri Castelplanio - Olimpia Ostra Vetere 1-2
[08/09/12]

LE TORRI CASTELPLANIO: Fenucci, Collesi, Gennaretti, Manci (68' Corinaldesi), Galuppa, Bardi (81' Brugiaferri), Petraccini, Bevilacqua, Casturà, Costantini, Pandolfi. All. Luchetta.
OLIMPIA OSTRA VETERE: Bassotti, Tranquilli, Frati, Sartini, Francescangeli S., Piccinetti, Landi (84' Massi), Ciarimboli (53' Api Devis), Nacciariti, Api Diego, Testaguzza (67' Francescangeli M.). All. Casucci.
ARBITRO: Mangialardo di Pesaro.
RETI: 22' rig. Api Diego, 38' rig. Casturà, 45' Nacciariti.

CASTELPLANIO - Eravamo tutti emozionati, finalmente si ricomincia, e dalla I categoria un campionato che abbiamo inseguito per un anno intero. Il calendario in qualità di matricola ci ha giocato un brutto scherzo soprattutto nel periodo iniziale occorrerà da subito essere competitivi. Apriamo le danze con la blasonata Olimpia (Ostra Vetere) che seppur imbottita di giovani ha una tradizione di campionati di categoria superiore.
Le Torri provano a fare la partita e le prime occasioni sono le loro, già al 2° su cross dal fondo di Costantini, Petraccini di sinistro in mezza giravolta colpisce al volo ma il tiro è alto. Al 10° è Casturà che dai 20 metri prova a sorprendere Bassotti ma la mira è sbagliata.
L’Olimpia risponde all'11°, su una palla innocua proveniente da destra Galuppa superficialmente la protegge per il portiere che non esce, s’infila Testaguzza che in scivolata la calcia, per fortuna fuori.
Al 22° la frittata è servita, cross lungo da destra sulla palla centrale staccano Gennaretti e Galuppa i due si ostacolano la palla rimane nei pressi, il più veloce è Api che da rapace quale è non gli sembra vero, si sposta la palla sul sinistro e prova il tiro ma viene leggermente spinto e la palla va fuori ma per l’arbitro è rigore. S’incarica lui stesso del tiro e fa secco Fenucci.
Le Torri provano a reagire ma è un momento difficile in contropiede Testaguzza vince un contrasto al limite ed entra in area sulla sinistra, si defila un po’ e solo davanti a Fenucci spara alto. Al 30° capitan Bevilacqua scende sulla destra e mette al centro per l’accorrente Casturà che di prima intenzione colpisce al volo ma la palla lambisce il palo.
Al 32° corner di Petraccini, staccano in buona posizione Galuppa e Costantini ma si ostacolano e la palla senza forza arriva tra le mani di Bassotti. Ma il goal è maturo palla centrale per Pandolfi che vince il duello aereo con il diretto avversario e prolunga per l’accorrente Costantini che di slancio supera un avversario che appena dentro l’area lo stende. Sacrosanto rigore che Casturà trasforma con maestria.
Al 43° Petraccini taglia centralmente e Pandolfi gli serve un pallone d’oro ma secondo l’arbitro è fuorigioco e fischia la posizione irregolare di Nicholas. Quando ormai si sta pensando al tè succede quello che non ti aspetti cross lungo dalla destra letto bene da Bardi che anticipa il movimento della punta ma invece di colpire la palla tergiversa e Nacciariti è bravissimo a soffiargli il tempo e battere Fenucci in pallonetto.
Si va negli spogliatoi con il morale a pezzi per il gol appena subito ma mister Luchetta dà la carica e si rientra in campo con la voglia di ribaltare il risultato.
L’occasione più ghiotta è del solito Casturà che ben servito in profondità semina il suo avversario, rientra sul sinistro ne supera un altro e tira a colpo sicuro la palla s’infrange sulla traversa batte sulla linea e torna fuori. Al 27° Collesi x Casturà che in area stoppa e gira prontamente in porta, Bassotti fa il miracolo distendendosi in tuffo alla sua sinistra e smanaccia fuori. La pressione è pressoché costante anche perché nel frattempo l’arbitro espelle Frati dal campo per doppia ammonizione, ma non si riesce a trovare lo spiraglio giusto, entrano forze fresche fa il debutto il giovane Brugiaferri e Corinaldesi ma la musica non cambia.
In modo farraginoso si va in avanti, si battono corner da una parte e poi d’altra, al 36° è Pandolfi che ha sul destro la palla buona ma la accarezza troppo dolcemente e diventa facile preda del portiere. In contropiede è il solito Nacciariti a farsi apprezzare nonostante la giovane età per la sua bravura nel tenere palla e prendere punizioni rompendo all’assedio che i Castelplanesi stavano portando.
Al 40° in seguito all’ennesimo corner mischia in area dell’Olimpia ma non c’è la lucidità per metterla dentro. Ormai le forze non ci sono più al 42° ancora un tiro cross in area che il portiere non trattiene ma gli attaccanti sono lontani. Nervi a fior di pelle nei minuti di recupero, ne fanno le spese Costantini e Api Devis che guadagnano gli spogliatoi anzitempo.
Il primo impatto con la categoria non è stato dei migliori e lo si poteva immaginare anche perché ci siamo arrivati con ben 3 giocatori infortunati e 2 squalificati, qualcosa di buono è stato fatto ma occorre limare qualche errore di troppo, con una condizione fisica migliore sapremo gestire meglio certe situazioni.

M.C.



Le Torri Castelplanio e la Protezione civile al fianco delle popolazioni terremotate dell'Emilia
[17/08/12]

Le Torri Castelplanio in prima linea in favore delle popolazioni colpite dal recente terremoto in Emilia: la società castalplanese, con gli incassi delle iscrizioni ai memorial Morici-Bruschi-Masè, ha dato il suo contributo in favore degli abitanti di Massa Finalese, frazione del comune di Finale Emilia (Modena). La donazione è avvenuta con la collaborazione della protezione civile dell'Unione dei comuni della media Vallesina, coordinata da Lorenzo Mazzieri. Clicca qui per visualizzare le foto

Qui di seguito è riportato un articolo tratto da www.viverejesi.it che spiega nel dettaglio il lavoro svolto dalla protezione civile e il contributo dell'A.S.D. Le Torri Castelplanio.

Una delegazione formata da diciotto volontari della Protezione civile dell’Unione dei comuni della Media Vallesina è partita [...] alla volta di Finale Emilia, uno dei centri maggiormente colpiti dal sisma, per dare assistenza e supporto alle popolazioni del posto.capo della squadra, formata da due elettricisti, due idraulici, due autisti con patenti professionali, due cuochi, quattro animatrici per il sostegno ai bambini, ed altre figure specializzate, il nuovo coordinatore dei gruppi comunali di Protezione civile dell’Unione Lorenzo Mazzieri [...].
“L’Unione attribuisce grande importanza al servizio della Protezione civile – spiega il presidente Barcaglioni – una realtà che ha sempre dimostrato, sia nel nostro territorio che nelle situazioni di emergenza dove ha portato il proprio contributo, grande efficienza e professionalità, grazie soprattutto all’impegno e alla generosità dei volontari. Ringrazio il gruppo partito per dare aiuto alle popolazioni dell’Emilia: uomini e donne che hanno dimostrato ancora una volta spirito di sacrifico e attenzione a quanti hanno bisogno”.coordinatore Mazzieri e il responsabile dei gruppi volontari di Protezione civile Mauro Perugini gestiranno il campo strutturato dalla Regione Marche assistendo circa 400 sfollati, tra donne, uomini e bambini.
“Prepareranno i pasti principali, installeranno impianti di aria condizionata – riferisce il presidente Barcaglioni – e soprattutto cercheranno di risolvere problemi giornalieri di qualsiasi tipo, allo scopo di migliorare la qualità della vita nel campo che ospita la popolazione duramente provata dal sisma”. I mezzi impiegati saranno diversi, fra cui tre fuoristrada e un furgone a nove posti.voler dare il proprio contributo, anche la società sportiva dilettantistica Torri di Castelplanio, che ha consegnato al coordinatore della Protezione civile dell’Unione un carico di viveri da donare al parroco don Jean Jacques Meyong della Caritas di Massa Finalese.

Anche Don Jan Jacques Meyong, parroco di Massa Finalese, ha espresso il suo ringraziamento all'A.S.D. Le Torri Castelplanio: "Vi ringrazio tantissimo per la partecipazione attiva all'opera di ricostruzione della rete comunitaria di Massa Finalese, perchè dopo il terremoto e il disagio comune per tutti, abbiamo avuto bisogno dei segni forti che ci diano spinta e determinazione per ricostruirci, ricostruendo gli edifici attorno a noi. Con la vostra presenza, Dio si è fatto provvidenza per tutte le famiglie di Massa Finalese, e Lorenzo vi racconterà degli abbracci e delle lacrime della gente, per la commozione di fronte alla vostra delicatezza. Grazie di cuore per tutto quello che fate e perchè ci siete e Dio illumini i vostri percorsi, benedicendo tutte le vostre famiglie e le vostre attività lavorative".

Di seguito si riporta il commento di Lorenzo Mazzieri, il coordinatore della Protezione civile di Castelplanio e dell'Unione dei comuni che ha fatto da tramite per far arrivare alla popolazione di Massa Finalese quanto raccolto dall'A.S.D. Le Torri Castelplanio: "Ho visto negli occhi della gente la disperazione, il terrore e la paura per un evento che in pochi attimi ha portato via tutto, casa, auto, lavoro, ma soprattutto la tranquillità della loro vita quotidiana. L'Associazione Sportiva Le Torri Castelpanio ha chiesto la nostra collaborazione ed è con orgoglio che abbiamo accettato perchè ci ha permesso di stare tra la gente cercando nel nostro piccolo di portare un po' di conforto. Siamo stati accolti da un cordiale abbraccio e ripagati da qualche sorriso, siamo ripartiti con la convinzione che supereranno questo periodo buio della loro storia".


Home Page | Società | Prima Squadra | Juniores | Settore Giovanile | Fotogallery | News | Links | ALE' TORRI | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu